Magacín digital de cultura contemporánea
AÑO 15 - Jueves, 29 de Octubre de 2020 a las 18:34:54 - Madrid (Spain-Europe)

TRADUCCIÓN

Piero Manai. Scatto e sviluppo del gesto
© Piero Manai, 1983
Natura morta
olio su carta
220x140
Compartir
Idioma:  Italiano
nexo5.com
La mostra presenta tre soggetti fondamentali del lavoro di Piero Manai: la “natura morta”, il “corpo” e la “testa”, evidenziando l'importanza del gesto nel dare forma alle figure, gesto spesso concretizzato nello scatto fotografico, nelle polaroid su cui l'autore interveniva successivamente a pittura. Scomparso prematuramente Piero Manai (Bologna 1951-1988) ha lasciato un'opera completa, intensa, caratterizzata da figure sfuggenti, isolate e proiettate verso l'esterno in un rapporto dialettico di pieno e vuoto. Curioso sperimentatore di molteplici tecniche e materiali, ha prodotto un'arte di forte impatto espressivo che per circa un ventennio si è sviluppata con continuità.

Il percorso della mostra inizia con una natura morta su tela di grande dimensione, osservata da opere dello stesso soggetto su supporti e tecniche differenti, soprattutto polaroid e acetati. Si prosegue nella seconda sala con una serie di piccoli acetati che ricompongono una fisicità a brandelli ricca di tensioni psicofisiche, intorno a una grande tela con una figura chinata, sospesa nello spazio. Nell'ultima sala sono esposte due teste, una su carta intelata e l'altra su plexiglas, che dialogano specularmene tra opere di formato minore e polaroid. Le teste, come pure i corpi, sembrano sculture dipinte, slegate dal contesto e atemporali nella loro monolitica assolutezza.

Le polaroid sono un mezzo espressivo ricorrente e fondamentale lungo tutto il percorso di ricerca di Manai. Scattate tra il 1974 e il 1984, gli hanno dato la possibilità di trasformare e rimodellare le figure e i soggetti delle opere maggiori. Le polaroid sono l'espressione artistica immediata dell'artista che ha potuto rielaborarle, accentuarle e commentarle secondo le tracce della sua esperienza visiva. Una ricerca intensa che lascia intravedere lo studio delle pose delle grandi tele e che manifesta l'attenzione di Piero Manai alla fenomenologia del corpo e alle sue possibilità di movimento e occupazione dello spazio.
NOTICIA ORIGINAL

© nexo5.com :: All rights reserved :: Since Sep 20, 2006 -